Login
 
_le domande dei bambini sono gomitoli di spiritualità
_Lady in the Water
Un'immagine del film Lady in the Water, la favola di una ninfa dell'acqua da salvare ed aiutare, esattamente come la capacità dei bambini di formulare domande importanti alle quali noi adulti talvolta rispondiamo sbrigativamente. Ma le domande dei bambini sono gomitoli di spiritulità e per venirne a capo dobbiamo rintracciare il filo giusto. Svolgere questi gomitoli è un atto d'amore che si realizza solo nell'ascolto .
 
meta
_Il mio diario del parlare materno

Le domande dei bambini e la scrittura

13 maggio 2007

 

 

 

Le domande più importanti sono quelle che non hanno risposte immediate a causa dell’eccedenza di significato a cui ambiscono. Sono le domande dei bambini, le stanze dei poeti, le presenze evocative nei nostri sogni. La scrittura, quella che si nega il compito di dichiarare l’ordine assoluto della verità e assume di essere semplice stimolo e iniziazione alla ricerca, questa scrittura si nutre di luce e di mistero. L’anima di chi scrive a questo scopo vive un risveglio interiore che nasce da una visione oracolare del cuore. Le fiabe, le ninne nanne, i racconti poetici dell’infanzia dell’umanità, le utopie in esse espresse, possono suscitare il cambiamento, sia individuale che collettivo.

La domanda è come una ninfa d’acqua in cerca dell’anima di uno scrittore per trasferirsi nei suoi pensieri racchiusi nelle righe del suo libro. La ninfa si chiamerà Story o Racconto e potrà riuscire nel suo compito solo se un uomo saprà interpretare le parole di un bambino veggente e superare il proprio dolore con l’amore. Sarà altresì necessario un sodalizio di donne investite del ruolo di salvaguardia della ninfa. Ma perché il cambiamento possa incarnarsi nella vita degli uomini, lo scrittore dovrà consegnare il suo libro alla memoria, perdendo la propria vita. Un bambino troverà un giorno quel libro in un vecchio scaffale e da esso apprenderà quelle idee nuove che da leader diffonderà nel mondo.

La favola che ho raccontato è Lady in the Water, un film, e soprattutto un’opera metalinguistica del regista M. Night Shyamalan. Ed è una bella coincidenza il fatto che l’abbia visto proprio oggi, giorno della festa della mamma.

In mano tengo stretta una pergamena nella quale mio figlio ha trascritto la poesia da lui composta per la festa della mamma. L’ultimo verso è una domanda:

 

Sai mamma che vuol dire

del nostro cuor il ridire?

 

Questo è il più bel modo che conosco di esprimere la possibile ripetizione all’infinito di un perché alla base di tutto, anche dell’amore.

 

Copyright (c) 2000-2010