Login
 
Spose in pericolo

pippa_bacca_.jpg

Pippa Bacca

 

Nojoud Muhammed Nasser.jpg

foto di Nojud (tratta da Corriere.it)

e del marito

 

Borgoratto

Anche le vampe fiorite
ai balconi di questo paese,
labile memoria ormai
dimentica la sera.

Come un’allegoria,
una fanciulla appare
sulla porta dell’osteria.
Alle sue spalle è un vociare
confuso d’uomini – e l’aspro
odor del vino.

1934

 Giorgio Caproni da Come un’allegoria

 

 
meta
_diario del 15 aprile 2008

Nuove spose

 

Pippa Bacca, sposa della pace, viene violentata e uccisa in Turchia, il paese che lei stava attraversando in autostop per manifestare eroicamente la sua fiducia negli esseri umani. E se Pippa si è sbagliata nel credere nella possibilità di un mondo pacifico, allora il suo funerale è il segno più cupo dei nostri giorni: l’umanità, in special modo quella maschile, non merita fiducia.

 

Ma c’è un’altra sposa che oggi ci fa riflettere: c’è Nojoud Muhammed Nasser, una bimba di appena 8 anni, che da sola, si è presentata in un tribunale di Sana’a nello Yemen, per denunciare suo padre che l’ha costretta a sposarsi e chiedere il divorzio da suo marito di 30 anni: «Ogni volta che volevo giocare in cortile, mi picchiava e mi faceva andare con lui in camera da letto— ha raccontato —. Era molto duro con me e quando lo imploravo di avere pietà, mi picchiava, mi schiaffeggiava e poi mi usava. Voglio avere una vita rispettabile e divorziare».

 

Nojoud Muhammed Nasser è la donna più coraggiosa del mondo. Anche Pippa.

Entrambe hanno fatto un lungo cammino, le cui tracce hanno illuminato le strade del mondo.

E’ il viaggio impossibile ma reale di nuove spose, non semplicemente donne, ma folgoranti esempi di grande libertà.

Copyright (c) 2000-2010