Login
 
_sorelle e fratelli nella lingua
fratellini
 
meta
_Il mio diario del parlare materno

20 ottobre 2006

 

Le mamme e le nonne sono solite raccontare ai bambini i disastri compiuti da essi e dai loro fratelli durante i primi anni di vita. A volte questi racconti si trasformano in veri e propri miti, che alimentano la fantasia dei più piccoli e li rendono orgogliosi di sé e dei fratellini o sorelline.

Mia mamma e mia nonna mi raccontavano per esempio le prodezze della mia sorellina minore, capace di scavalcare il più blindato dei recinti per poi ritrovarsi appesa a una rete con un piedino, o di gattonare sul tavolo del soggiorno, dopo aver scalato sedie e poltrone.

A questi racconti assistevo con il massimo interesse. Osservavo quello scricciolo di bambina che giocava tranquilla sul pavimento e m’immaginavo che fosse dotata di poteri e protezioni speciali. Tutto ciò ha contribuito a formare l’immagine che non solo io, ma lei stessa crescendo si è data di sé. Oggi, come nell’infanzia e nell’adolescenza, mia sorella minore appare una donna “invincibile”. Anche nei momenti più difficili, non ha mai ceduto. Non ha mai perso la forza e la determinazione tanto decantata nei racconti della mamma.

Credo che l’idea trasmessa dalle nostre madri nella narrazione di azioni delle quali non serbiamo memoria, contribuisca essenzialmente alla costruzione della nostra personalità. Di me per esempio si raccontava che ero stata precoce nel camminare e nel parlare. E non sarà un caso che la mia passione sono i viaggi e i discorsi.

Dell’altra sorella si raccontava delle sue azioni generose e della sua abilità nella costruzione/decostruzione di ingranaggi e di giocattoli. E’ forse per questo che è diventata un ingegnere ed è da tutti riconosciuta come una persona dal cuore d’oro.

L’epos familiare, trasmesso dalle donne, ha sempre un legame intimo con il desiderio o il sogno di essere dei bambini, che con il tempo si trasforma in realtà d’essere. Non dimentichiamoci quindi di parlare ai nostri figli come se fossero dei piccoli eroi, per noi e per l’intera famiglia.

 

Ritorna al Sommario del Diario

Copyright (c) 2000-2010